Ricerca Contenuto Navigazione

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > Notaio e ... Persone & Famiglia > La responsabilità genitoriale

La responsabilità genitoriale

I genitori hanno il potere-dovere di prendersi cura della persona del minore loro figlio e di amministrare i suoi beni ("responsabilità genitoriale").

La responsabilità genitoriale è esercitata da entrambi i genitori, considerati dalla legge su un piano di eguaglianza e parità.

Specifici doveri riguardano la cura della persona del figlio (obblighi di mantenimento, sorveglianza, educazione), altri riguardano la amministrazione del patrimonio del minore stesso nonché la rappresentanza legale dello stesso.

Gli atti patrimoniali che esulano dalla amministrazione ordinaria, e quindi gli atti di straordinaria amministrazione, possono essere compiuti dai genitori solo previa autorizzazione del Tribunale-Giudice Tutelare.

Si tratta di regole molto importanti alle quali i genitori debbono attenersi con scrupolo, al fine di evitare di assumere obbligazioni per conto dei minori stessi in modo non conforme alla legge.

Per tali motivi è opportuno non operare senza l’ausilio di un tecnico del diritto adeguatamente preparato in tema di amministrazione dei beni dei minori. Il notaio potrà fornire i chiarimenti e le informazioni necessaria ad un corretto comportamento nella gestione del patrimonio dei minori e suggerire il migliore utilizzo delle regole fornite dalla legge nei singoli casi concreti.
Se entrambi i genitori sono morti o per altre ragioni non possono esercitare laresponsabilità genitoriale, si apre la tutela ed il Giudice Tutelare nomina un tutore al minore.

Il tutore cura la persona del minore, lo rappresenta negli atti civili e ne amministra i beni, sotto la sorveglianza del Giudice Tutelare.

Il tutore deve tenere la contabilità della sua amministrazione.

Anche il comportamento del tutore è sottoposto dalla legge a precisi controlli, ed ogni iniziativa di gestione può comportare conseguenze anche gravi ove non consegua ad una corretta informazione e non sia conforme alla legge.

Ultima Modifica: 05/02/2016

Back to Top