Ricerca Contenuto Navigazione

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > UNIONI CIVILI - La questione dell'iscrizione del doppio cognome nei Registri di Stato Civile

UNIONI CIVILI - La questione dell'iscrizione del doppio cognome nei Registri di Stato Civile

Torna all'archivio

Condividi questo articolo:


Il decreto legislativo 5/2017 che adegua in modo definitivo le disposizioni dello stato civile alla legge Cirinnà non prevede l’obbligo di iscrizione del doppio cognome nelle unioni civili, come invece stabilisce la riforma. Di conseguenza le disposizioni attuative sono a forte rischio di incostituzionalità.

Partendo da questi presupposti il Tribunale di Lecco (con due provvedimenti emanati in un procedimento cautelare ex articolo 700 del Cpc: Rg 594/2017 del 9 marzo e del 4 aprile 2017) ha ordinato al Comune di Lecco di non sostituire con il cognome portato anteriormente all’unione civile il cognome comune assunto da due donne civilmente unite.

E, quindi, il doppio cognome assunto da una di esse, e dalla figlia di quest’ultima, nata dopo la formazione dell’unione civile. Il tutto, in attesa di valutare se investire la Corte costituzionale del caso. (... segue)


Leggi l'intero articolo cliccando qui sotto oppure, a fianco, nella Documentazione Correlata

Ultima Modifica: 20/03/2018

Back to Top