Ricerca Contenuto Navigazione

Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Ti trovi in: Home > Notaio e ... Tutela del Patrimonio > Passaggio generazionale

Passaggio generazionale

Il passaggio generazionale è una fase problematica e delicata che si presenta sia nelle imprese medio-grandi che in quelle più piccole, principalmente in quelle a conduzione familiare. Per facilitare il passaggio generazionale, si ricorre a strumenti giuridici efficaci e sicuri che si applicano all’interno dello stesso rapporto di amministrazione fiduciaria. L’imprenditore uscente cede la proprietà dell’azienda ai futuri eredi con un atto di donazione, ma ne mantiene il controllo effettivo. Gli eredi (mandanti), pur proprietari dei beni conferiti, stipulano un contratto di mandato irrevocabile con il genitore (mandatario), il quale ha a sua volta il potere di dare istruzioni alla società fiduciaria in merito all’amministrazione dei beni stessi.

Nella fase del passaggio generazionale possono sorgere problemi e incomprensioni, per una diversità di pensiero o una diffidenza nei confronti delle capacità degli eredi. Per questo è importante che intervenga una figura terza che possa fare da intermediario tra le parti e rendere meno traumatico il passaggio generazionale. Con una attenta analisi delle potenzialità imprenditoriali e manageriali dell’erede e il giusto sviluppo delle stesse, è possibile create una nuova figura di riferimento per l’azienda di famiglia. Nel frattempo, il mandato irrevocabile può essere un valido strumento per il genitore per mantenere il controllo dei beni attraverso l’amministrazione fiduciaria.

Il passaggio generazionale, se non viene ben gestito, può portare a conseguenze negative se non addirittura letali per l’azienda.

Decidere di passare il testimone dell’impresa di famiglia al proprio figlio e scoprire poi che non ha la stessa stoffa del padre, è solo una delle ipotesi peggiori del passaggio generazionale. È importante quindi analizzare la situazione, individuare i punti forti e quelli deboli sia dell’azienda che del management, e indirizzare padre e figlio verso soluzioni che rassicurino il primo e preparino professionalmente il secondo. Il padre deve essere pronto a cedere il timone, il figlio a crescere accanto al padre fino alla completa maturità manageriale e imprenditoriale.

Il successo del passaggio generazionale è dunque il risultato di una serie di fattori. La predisposizione del padre a passare il suo bagaglio di esperienza ai figli senza sentimenti di egoismo nei confronti dell’azienda che ha creato; la preparazione e l’impegno del figlio, che accetta il passaggio generazionale, a proseguire sulle orme del padre ma sviluppando le proprie idee e guardando a nuove soluzioni imprenditoriali; il sostegno di una figura terza che possa condurre una amministrazione e gestione dei beni aziendali in modo professionale e competente, in piena trasparenza nei confronti dei clienti e nel massimo della riservatezza.

Ultima Modifica: 10/09/2009

Back to Top